Torre Isozaki

Milano

2012 - 2014

CityLife

In costruzione

GALLERY FOTOGRAFICA
PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA:

Arata Isozaki (JP)
PERSONALE ECSD:

Supervisore della Progettazione Strutturale: Prof. Franco Mola
Staff:  Carlo Segato, Georgios Stefopoulos, Elena Mola, Chiara Pozzuoli
202.2 m

50 piani
PREMI:

sarà l'edificio più alto di Milano
sarà il secondo edificio più alto d'Italia
INCARICO ECSD:
Supervisione della progettazione strutturale; Supervisione generale della progettazione

COMMITTENTE DI ECSD:
Mpartner S.r.l.

 
back
Documenti e pubblicazioni

L’edificio è una delle tre torri del Complesso CityLife, un complesso di edifici residenziali e ad uso uffici attualmente in costruzione nell’area della vecchia Fiera di Milano. La ‘Torre Isozaki’, insieme alla ‘Torre Hadid’ ed alla ‘Torre Libeskind’, rappresenta il punto focale dell’intero masterplan. La Torre Isozaki è la sola attualmente in costruzione e si candida a raggiungere il nuovo primato di altezza per la città di Milano, con i suoi 202.2 m attesi. La Torre avrà un totale di 50 piani. L’organismo strutturale è interamente costituito di colonne a sezione mista acciaio calcestruzzo ad alta resistenza (nei piani bassi) e in solo calcestruzzo ad alta resistenza (nei piani superiori), con solai in calcestruzzo armato. La caratteristica architettonica principale dell’edificio è la forma rettangolare molto snella e la presenza di due travi di irrigidimento, una delle quali collocata a circa metà dell’altezza ed una in sommità. Le travi di irrigidimento che collegano i nuclei taglio resistenti migliorano la performance globale nei confronti dei carichi laterali dovuti al vento ed al sisma, aumentando la rigidezza globale dell’edificio. La trave di irrigidimento superiore è interamente realizzata in calcestruzzo armato mentre quella a metà altezza è costituita di elementi in acciaio. Il design è anche caratterizzato da due lunghi elementi in acciaio vincolati al Podium, che ospitano al loro interno smorzatori viscosi e si connettono all’edificio ad un’altezza di circa 80 m, contribuendo a conferire alla torre il suo aspetto peculiare. Il Prof. Franco Mola ricopre l’incarico di supervisore della progettazione delle strutture, inclusi gli smorzatori e le travi di irrigidimento,  e di Coordinatore Generale della Progettazione, responsabile anche delle problematiche di interazione struttura-facciate e di tutti gli aspetti legati alla compatibilità degli spostamenti.